Teorie e complotti: poche idee e molto confuse...

Ultimamente si parla spesso di 5G. Molti di noi non hanno la minima idea di cosa si tratti e non sarò di certo io a spiegarne il funzionamento esatto.

Quello che so è che le compagnie telefoniche hanno pagato allo Stato Italiano per l'acquisto delle frequenze 6,5 miliardi di Euro.

Lo riscrivo: 6,5 MILIARDI.

Ora, a prescindere dall'essere pro o contro e teorizzare complotti, mi basta la somma totale dell'asta per pensare che, evidentemente, qualche interesse che vada oltre il semplice fatto di avere una rete per viaggiare più veloci, probabilmente c'è.

Per cercare di comprendere più a fondo il motivo per cui ci sia tanto rumore alle spalle di questa notizia, ho indagato su una serie di fatti che mi hanno portato a Rudolf Steiner.

Per chi non sa chi fosse costui, suggerisco questo link: https://it.wikipedia.orgwiki/Rudolf_Steiner

Steiner teorizzò che, se esposti a campi magnetici, gli esseri umani più deboli muoiono mentre gli altri restano in uno stato di latente intossicazione che facilmente, se protratta nel tempo, può condurre ad una malattia.

Lo fece dopo la prima guerra mondiale, quando l'influenza spagnola imperversava causando in poco più di un anno nel mondo circa 50 milioni di morti e infettando almeno mezzo miliardo di persone su una popolazione mondiale di circa 2 miliardi.

Riassumendo, i dati della spagnola furono i seguenti:

Popolazione mondiale: 2.000.000.000

Infettati: 500.000.000 (25% della popolazione mondiale)

Morti: 50.000.000 (10% degli infettati)

I dati ovviamente non sono affidabili in quanto riferiti ad un secolo fa, per cui non raccolti con mezzi moderni.

Comunque, dal momento che non c'era la tecnologia attuale a supporto, sicuramente il numero totale di infettati e deceduti è superiore.

Nel 1918  furono introdotte le onde radio intorno alla terra: quando esponete un qualsiasi essere vivente ad un campo magnetico artificiale e disarmonico rispetto alla normale vibrazione cellulare, lo avvelenate. Questo secondo le teorie di Steiner, ma sicuramente non solo.

Tant'è vero che l'organizzazione mondiale della sanità studia e approfondisce da anni il tema: https://www.who.int/peh-emf/about/en/whatisemf_italian.pdf?ua=1

Al momento non si è ancora giunti ad una conclusione, ci sono pareri contrastanti.

Infatti, come evidenziato nel documento del link postato 2 righe più sopra, approfondimenti sono ancora in corso su tutti i fronti.

In sostanza, non ci sono prove scientifiche che le onde a bassa frequenza (prendiamo ad esempio quelle a 700mhz) provochino danni alla salute.

Però, non ci sono nemmeno prove del contrario.

Un po' come per i vaccini: non ci sono prove scientifiche che causino l'autismo.

Però, non ci sono nemmeno prove del contrario. Tra l'altro, esiste anche un indennizzo per danni da vaccino, come molto chiaramente specificato dal nostro governo sul sito del Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_4.jsp?lingua=italiano&area=indennizzo

Ho preso come esempio le frequenze a 700mhz perché in Italia stiamo togliendo questa banda dalla televisione per utilizzarla a favore del 5G.

Vi rimando a questo articolo per approfondimenti:

https://www.hwupgrade.it/news/telefonia/5g-in-italia-iniziano-a-spegnersi-le-frequenze-televisive-a-700-mhz-cosa-cambiera_86533.html

Pongo a me stesso e a chi ha voglia di ragionare (non tempo, ma voglia, perché di tempo in questo frangente ne abbiamo in molti a disposizone) una domanda:

Le frequenze utilizzate dalle trasmissioni televisive da anni sono le stesse che verranno utilizzate a breve anche dal 5G. Quindi ci stanno già friggendo il cervello da molto tempo e ci scandalizziamo solo ora?

Mi fermo qui perché altrimenti questo articolo diventerebbe chilometrico, ma credo di avere i dubbi che hanno in molti come me:

Pro o contro il 5G?

ProVax o NoVax?

Sì TAV o no TAV?

E' vero che sarebbe ottimale riuscire a prendere una posizione, ma poi bisogna anche essere in grado di difenderla, cosa che non si può fare se non si hanno le informazioni necessarie a supporto della propria teoria.

Perché di questo si tratta alla fine: pure e semplici teorie.

Basti pensare al creazionismo e all'evoluzionismo, entrambe sono solo teorie perché nessuno è in grado di fornire prove inconfutabili a supporto dell'una o dell'altra.

O l'universo è stato creato da Dio o è nato dal Big Bang: in entrambi i casi nessuno ha la prova di quello che dice.

Per tutte (o quasi) le questioni di una certa importanza non esiste una prova inconfutabile che faccia propendere per una teoria piuttosto che per un altra.

Ho preso come esempio iniziale la questione del 5G perché al momento è la più in voga, ma per diffondere la propria teoria ed informare gli altri non è sufficiente postare sui social delle foto con scritto che da quando hanno installato le antenne del 5G gli uccelli muoiono e la gente si ammala di CoVid.

Bisogna fornire tutte le informazioni, ma prima di farlo dobbiamo essere a nostra volta informati in merito.

Arrivando da un mondo diverso da quello delle Discipline Bionaturali in cui mi sono imbattuto solo qualche anno fa, mi sono rifatto alla teoria delle 4C di Robert Lauterborn elaborate nel 1993 come indicazione di marketing propondendo una teoria delle 4C basata sull'attuale situazione.


Le 4 C dell'evoluzione umana:

Conscienza, conoscienza, consapevolezza e coerenza.


1. Coscienza: la facoltà immediata di avvertire, comprendere e valutare i fatti che si verificano nella sfera dell'esperienza individuale o si prospettano in un futuro più o meno vicino.

Nel linguaggio comune, la valutazione morale del proprio agire.


2. Conoscienza: apprendimento, presa di contatto, acquisizione sul piano logico o dell'esperienza, consapevolezza e coscienza acquisite nel tempo e nello spazio.


3 Consapevolezza: avere piena cognizione di qualcosa ed essere perfettamente al corrente.


4. Coerenza: intima connessione e interdipendenza di parti, coesione, costanza logica o affettiva nel pensiero e nelle azioni.


In conclusione, qualunque sia la nostra convinzione in ogni questione da affrontare,

informiamoci, leggiamo, approfondiamo, studiamo, apriamo i post che troviamo sui social e leggiamo gli articoli per intero senza fermarci solo al titolo.

Applichiamo sempre la teoria delle 4 C dell'evoluzione, facciamolo sempre prima di divulgare, perché tran poche settimane ci sveglieremo in un mondo diverso e chi non sarà pronto e reattivo al cambiamento si troverà tagliato fuori.



Daniele Bignamini

Operatore in Discipline Bionaturali


112 visualizzazioni